Gli eventi nazionali del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018

Una panoramica sugli eventi più importanti del Festival, organizzati da Aderenti dell’Alleanza, con il contributo dei Gruppi di lavoro dell’ASviS, collaboratori esterni e il supporto di Tutor. Scopri dove si sono tenuti e quali tematiche hanno affrontato!

L’edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile di quest’anno ha visto oltre 700 eventi sparsi su tutto il territorio italiano. Tra questi, un posto speciale è stato riservato agli “eventi nazionali”, iniziative di grande rilevanza in cui sono intervenuti importanti esperti, anche internazionali, ed è stato coinvolto un alto numero di partecipanti. Gli eventi sono stati organizzati da Aderenti dell’Alleanza, con il contributo dei Gruppi di lavoro dell’ASviS e collaboratori esterni, nonché con il supporto di alcuni “Tutor” per Goal o singolo evento: Carlsberg, Fondazione Msd, Gse, Invitalia, Invitalia-Infratel Italia e Wind Tre, i nomi dei Tutor. Le iniziative si sono concentrate su specifici Goal dell’Agenda ma anche su tematiche trasversali per un totale di venti eccezionali appuntamenti all’insegna della sostenibilità. Di seguito si riporta un riepilogo degli eventi nazionali che si sono tenuti nel Festival:

  • Il 22 maggio è stato dedicato al Goal 10, con il seminario presso l’Istituto Sturzo di Roma dal titolo “I numeri e i luoghi delle disuguaglianze”. L‘incontro si è articolato in tre sessioni che hanno affrontato rispettivamente tre tipi di disuguaglianze: quella nella ricchezza, quella nell’accesso ai servizi e infine quella fra le zone centrali e quelle periferiche della città. L’evento è stato organizzato dal Forum disuguaglianze e diversità (Fdd).
  • Il 23 maggio è stato dedicato alla sostenibilità delle pubbliche amministrazioni. Nell’ambito del forum PA a Roma si è tenuto il convegno “Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile”, organizzato da Fpa e ASviS. Durante il convegno si è svolta anche la premiazione dei migliori progetti candidati al “Premio PA sostenibile, 100 progetti per raggiungere gli Obiettivi dell’Agenda 2030". Enrico Giovannini, portavoce dell’ASviS, ha aperto la conferenza nella quale sono intervenuti attori della politica, della PA e del settore privato. Moderatore dell’incontro Donato Speroni, del Segretariato dell'Alleanza.
  • Il 24 maggio Torino ha ospitato l’evento sul Goal 4 “Generazione 2030” presso la Nuvola Lavazza. Il seminario è stato un'occasione di riflessione e divulgazione di due grandi temi: l’istruzione di qualità, equa e inclusiva, quale fattore di integrazione e di sviluppo in ogni settore della vita economica, sociale e culturale del Paese; l’educazione allo sviluppo sostenibile, precondizione per un diffuso cambiamento di mentalità in favore della sostenibilità e per adeguare il nostro sistema educativo alle sfide e alle opportunità offerte dalla contemporaneità. Nel corso dell'evento, organizzato in collaborazione con Lavazza e Fondazione Agnelli, è stata presentata anche la campagna #2030whatareUdoing?.
  • Il 25 maggio a Milano si è tenuto il convegno “Diritti delle donne - diritti umani. Come l'Italia adempie agli obblighi internazionali. Dalla Dichiarazione dei diritti umani all'agenda Onu 2030” per parlare di violenza maschile contro le donne, discriminazioni e pari opportunità nella vita politica, economica e sociale. L’evento nazionale sul Goal 5, interamente aperto al pubblico, è stato organizzato dagli enti: Donneinquota, Città metropolitana di Milano, Rete per la parità, Giuristi democratici, Coordinamento italiano della lobby europea delle donne, Inwr, e Cricg.
  • Il 25 maggio, l’evento “Le Agende urbane per lo sviluppo sostenibile” si è incentrato sul Goal 11: diversi comuni hanno definito la loro “Agenda” per poi collegarsi in diretta video con la “Piazza della sostenibilità” di Bologna. L’evento, aperto al pubblico, è stato organizzato da: Comune di Bologna, Città metropolitana di Bologna, Anci, Legacoop Bologna, Fondazione Eni Enrico Mattei, in collaborazione con la Fondazione Teatro Comunale di Bologna. Tutor dell’evento sarà Wind Tre.
  • Il 28 maggio Napoli ha ospitato il convegno “Infrastrutture resilienti, sostenibili e innovative a misura di Agenda 2030”, nel quale sono state illustrati idee, strategie e progetti per la definizione di uno scenario concreto e di lungo termine centrato sul Goal 9. Le infrastrutture svolgono infatti un ruolo essenziale per il benessere e per la competitività del Paese e sono settori privilegiati per avviare progetti di sviluppo sostenibile. Fondamentale è inquadrare tali interventi in una visione basata su resilienza, sostenibilità e innovazione. La conferenza è stata organizzata da Enel, Fondazione Ericsson e Confindustria, e con il supporto di Invitalia-Infratel Italia in qualità di Tutor.
  • Il 29 maggio a Taranto, per il  Goal 12, si è tenuto l’evento “Nuovi modelli di finanza, produzione e consumo responsabile in Italia” articolato in due incontri: nel primo esperti alla Camera di commercio di Taranto si sono confrontati sulle proposte di sviluppo sostenibile per le istituzioni locali, mentre nel secondo è stato realizzato un hackathon che ha visto i giovani come protagonisti per valorizzare le idee imprenditoriali su riuso e riciclo. L’evento è stato organizzato da Aisec e NeXt, con Coop, Università degli Studi di Bari Aldo Moro, Balab e Politecnico di Bari. Tutor dell’evento è stato Carlsberg. 
  • Il 30 maggio Milano ha ospitato l’evento del Goal 17 “Il partenariato nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile”: un confronto tra diversi soggetti, istituzionali e non, per definire l’attuazione della Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile (SNSvS). L’evento è stato organizzato dall’Associazione delle organizzazioni di cooperazione e solidarietà internazionale (Aoi) presso la Fondazione Enrico Mattei.
  • Il 30 maggio Roma ha visto l’evento dedicato al Goal 2 “Noi, il cibo, il nostro Pianeta”: al mattino gli studenti dell’Istituto Agrario Garibaldi di Roma hanno lavorato sul tema della sostenibilità dei sistemi alimentari, mentre nel pomeriggio professionisti del settore e policy maker hanno discusso scenari e soluzioni nel panorama italiano. L’evento è stato organizzato dall’Università di Siena, Santa Chiara Lab in collaborazione con il Miur e la Fondazione Barilla.
  • Il 30 maggio a Salerno si è tenuto invece il convegno sul Goal 8, dal titolo “Giovani e lavoro: la sfida del mezzogiorno per lo sviluppo sostenibile”, per discutere dei cambiamenti che possono condizionare o promuovere l’accesso al mercato del lavoro dei giovani, in particolare nel Mezzogiorno. La conferenza, aperta al pubblico, è stata organizzata da Cgil, Cisl, Uil, Fondazione Bruno Visentini, con tutor Invitalia.
  • Il primo giugno a Bologna si è tenuto il convegno dedicato al Goal 3 “Salute per tutti a tutte le età: verso la piena applicazione dell’obiettivo Onu di sostenibilità in sanità” nel quale si è affrontato il tema delle disuguaglianze e quello dei traguardi per il 2030 discutendo le proposte presentate dall’ASviS. L’evento è  stato organizzato da Fondazione Unipolis con Tutor Fondazione Msd.
  • Il 4 giugno a Roma si è parlato dei Goal 1 e 10 nell’incontro su “Le disuguaglianze tra i mondi e nei mondi”. La giornata è stata articolata in quattro sessioni: la prima dedicata alle disuguaglianze nella ricchezza; la seconda a quelle dell’accesso ai servizi; la terza alle politiche di contrasto alla povertà; la quarta alle disuguaglianze di riconoscimento. L’evento è stato organizzato dal Forum disuguaglianze e diversità in collaborazione con Acli e Oxfam.
  • Il 4 giugno a Milano si è tenuto l'evento dal titolo “Agenda 2030: la leadership dell'impresa per lo sviluppo sostenibile”, organizzato da Fondazione Sodalitas, per riflettere e discutere il ruolo delle imprese e la leadership dei Ceo per realizzare un modello di sviluppo sostenibile ed inclusivo.
  • Il 5 giugno ha unito i Goal 6 e 15 con un evento dedicato alla Natura dal titolo “Il capitale naturale, la vera ricchezza del bel PaeseL’incontro ha affrontato il tema della valorizzazione del capitale naturale e la sua inclusione nella programmazione economica, al termine del quale è stato possibile effettuare una visita guidata nel Parco del Circeo. L’evento, organizzato da Wwf Italia ed Ente parco nazionale del Circeo, è  stato interamente aperto al pubblico.
  • Il 5 giugno per il Goal 14 la Nave Costa Fascinosa, ormeggiata al porto di Palermo, ha ospitato l’evento “Mare sostenibile: innovazioni e soluzioni per lo sviluppo dell'economia del mare”, un incontro per discutere diverse tematiche: gli scenari di cambiamento climatico, le tecnologie d’avanguardia per previsioni meteo marine, le prospettive della pesca sostenibile, il ruolo delle imprese e della governance, l’ocean literacy e la diffusione della conoscenza del mare. L’evento è stato organizzato dal Centro euro-mediterraneo per i cambiamenti climatici (Cmcc) e da Costa Crociere.
  • Il 6 giugno si è tenuto l’evento dedicato al Goal 16. L’Università di Palermo ha ospitato il convegno “Sviluppo sostenibile e anticorruzione: buone pratiche dal territorio” per riflettere sull’importanza della legalità per la realizzazione di uno sviluppo sostenibile. L’evento è stato organizzato da Prioritalia e il Centro studi Pio la torre.
  • Il 6 giugno a Roma si è parlato dei Goal 7 e 13 con il convegno “Energia rinnovabile per tutti e lotta ai cambiamenti climatici: due leve integrate per la sostenibilità dello sviluppo economico e sociale”, nel quale sono state messe in luce le connessioni tra cambiamento climatico e sviluppo energetico. L’evento è stato organizzato da Enel con Tutor Gse.

Nella grande manifestazione dell'ASviS si sono svolti anche dei "Festival nel Festival", che hanno evidenziato l'impegno delle città. Le protagoniste sono state Bari, Bologna e Parma, che hanno voluto aprire per vari giorni piazze e spazi urbani dove sono svolti momenti di riflessione, formazione e coinvolgimento sul tema della sostenibilità:

  • il Festival dello Sviluppo Sostenibile di Bari, dal 22 maggio al 7 giugno: un calendario di 43 eventi che ha affrontato tutti i Goal dell’Agenda 2030 coinvolgendo attivamente l’intera comunità cittadina. L’evento è  stato organizzato da Città metropolitana di Bari, Comune di Bari; Università degli studi di Bari Aldo Moro, il Politecnico di Bari e la Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (Rus);
  • il Festival dello Sviluppo Sostenibile di Parma si è tenuto dal 25 al 27 maggio: oltre 50 eventi, tra conferenze, spettacoli e visite guidate, fra cui anche l’incontro con Amitav Ghosh, scrittore indiando autore del libro “La grande cecità”. Il Festival è stato organizzato dall’Università di Parma, Comune di Parma, Gist Initiatives, Wwf Italia, Manifattura urbana, Legambiente, Parma sostenibile, Fruttorti Parma e Slowfood Parma;
  • il Festival dello Sviluppo Sostenibile di Bologna si è svolto dal 25 maggio al 1 giugno: un appuntamento ricco di eventi, organizzato dal Comune di Bologna, in cui si è fatto particolare riferimento al Goal 11 per riflettere sugli obiettivi prioritari della “Carta di Bologna”.

 

di Francesca Cucchiara

CONSULTA I PROGRAMMI DI CIASCUN EVENTO

 

 

giovedì 07 giugno 2018
CON IL CONTRIBUTO DI