#MettiamoManoalFuturo: la call to action social per i comportamenti virtuosi, cinque milioni di persone raggiunte

 

Attraverso oltre 2mila tweet e altri contenuti diffusi su Facebook e Instagram sono state cinque milioni le persone raggiunte sui social dalla call to action #MettiamoManoalFuturo lanciata lo scorso aprile dall’ASviS, con l’obiettivo di diffondere la conoscenza dell’Agenda 2030, favorire il confronto, condividere le migliori iniziative e incentivare le richieste che “dal basso” impegnino la leadership del Paese al rispetto degli accordi presi in sede Onu. Una chiamata all’azione, che ha coinvolto imprese, organizzazioni, istituzioni e singoli cittadini a mobilitarsi per raggiungere condizioni sociali, ambientali ed economiche più sostenibili grazie ad azioni incentrate sui 17 Obiettivi dell’Agenda 2030.

Per due mesi la call to action ha stimolato la discussione e la diffusione di buone pratiche su tematiche legate a mobilità sostenibile, lotta alla fame nel mondo, formazione e istruzione, finanza e green bond, biodiversità e cambiamento climatico, povertà e disuguaglianze, innovazione e lavoro. Tutti punti chiave dell’Agenda 2030 che possono essere affrontati soltanto attraverso la cooperazione tra Paesi, altro tema messo in risalto da #MettiamoManoalFuturo. Una campagna che ha sottolineato la necessità di velocizzare le strategie messe in campo. Si avverte infatti l’esigenza di un cambiamento repentino nelle politiche e nei comportamenti di tutti i giorni: restano solo undici anni per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile, e i dati dicono che c’è ancora molto da fare.

Sono più di cento le iniziative a cui ha dato voce la call to action, in particolar modo durante il periodo del terzo Festival dello Sviluppo Sostenibile, in tutta Italia dal 21 maggio al 6 giugno. Tra queste ne segnaliamo alcune messe in atto da fondazioni, imprese, organizzazioni della società civile e singoli cittadini con obiettivi diversi ma ugualmente d’impatto:

 

di Ottavia Ortolani e Ivan Manzo

martedì 25 giugno 2019