Exodus: i corridoi umanitari

Agite srl, Associazione Amici

DINTORNI Goal1 Goal10
Quando

martedì 14 maggio 2019 h. 18:00-20:00

Descrizione

Spesso ci si chiede se esista un modo per evitare i viaggi della morte e le conseguenti tragedie in mare, contrastando al contempo il business dei trafficanti di esseri umani e delle organizzazioni criminali. Attualmente ne conosciamo solo uno sicuro e legale: si chiama corridoio umanitario. Il corridoio umanitario è lo ‘strumento’ che permette di trasferire in sicurezza i migranti, gruppi o singole persone, particolarmente vulnerabili come donne con bambini, potenziali vittime di tratta, anziani o disabili. I corridoi consentono di condurre legalmente i migranti con viaggi regolari a bordo di aerei di linea in uno dei Paesi membri dell’Ue, aderente a Schengen, ricevendo visti umanitari (art. 25 del Regolamento CE 810/2009). Una volta giunti nel Paese di destinazione, essi riceveranno assistenza legale per la presentazione della domanda di protezione internazionale, nonché accoglienza e sostegno economico.

L’Italia è stato il primo Paese europeo ad organizzare i corridoi umanitari. Essi sono stati promossi da organizzazioni della società civile, come, la Comunità di Sant’Egidio, la Federazione delle Chiese Evangeliche e la Tavola Valdese, la Caritas Italiana, in collaborazione con le Autorità nazionali italiane (Ministero dell’Interno, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale), le organizzazioni internazionali del settore (come Unhcr e Iom) e le organizzazioni locali dei Paesi di provenienza. I corridoi umanitari non gravano sulle risorse dello Stato perché sono autofinanziati dalle organizzazioni della società civile che li promuovono.

Coordinatore: Antonella Sarro;

Interventi:

-Pedro Felice Camargo, rappresentante regionale Sud Europa, Unhcr; (da confermare)

-Oliviero Forti, Capufficio politiche migratorie e protezione internazionale di Caritas internazionale

-Luigi Vignali, direttore generale politiche migratorie Maeci;

-Roberto Zuccolini, portavoce della Comunità di Sant’Egidio.

Contatti

info@agitesrl.eu

Informazioni aggiuntive sull'evento

Exodus
Mostre e Incontri
L’oratorio di San Francesco Saverio del Caravita in via del Caravita 7 sta ospitando dal 20 Febbraio e fino al 31 Luglio il ciclo pittorico Exodus dell’artista Safet Zec. Sarà l’occasione per sviluppare un ciclo di eventi incentrati su temi interrelati delle migrazioni, dello sviluppo sostenibile, dei diritti umani, del dialogo e del mutuo rispetto. Gli incontri, che saranno arricchiti anche da eventi culturali ed artistici per accompagnare il pubblico alla scoperta delle molteplici dimensioni di un fenomeno troppo spesso conosciuto soltanto attraverso narrazioni parziali e superficiali. La partecipazione sara’ aperta a tutti e gratuita. Uno spazio specifico sara’ dedicato alle scuole, con visite ed incontri anche al mattino. Prevista anche la proiezione di film e documentari.

 

 

Media e social
Sito web evento > http://www.agitesrl.eu
Sito web organizzatore > http://www.agitesrl.eu
Facebook > agitesrl
Twitter > agitesrl
Dove
via del Caravita 7 - Roma