Turismo lento nella pedemontana pordenonese da Caneva ad Aviano

Cai Sezione di Sacile, Agenda 2030 Caneva

Goal3 Goal11 Goal15
Quando

Venerdì 08 Ottobre 2021 h. 20:30-23:00

Descrizione

L'evento consiste in una serata divulgativa di sensibilizzazione sulle ricchezze ambientali, geologiche, storiche e culturali della pedemontana occidentale pordenonese.

La chiave di lettura di un territorio vario e variegato come quella parte di pedemontana Pordenonese che interessa i comuni di Caneva, Polcenigo, Budoia e Aviano è sicuramente la biodiversità: non tanto nei termini ecologici classici, ma piuttosto della biodiversità culturale e storica che caratterizza l’ambito geografico prescelto.  Riteniamo che strumento indispensabile per approcciare questa esplorazione sia la lentezza, che si coniuga, quasi “normalmente” con il tempo storico, che permette di guardare le cose in prospettiva dando il senso che nulla avviene con fretta o per caso, tantomeno la comprensione degli eventi, come insegna Braudel.

L'iniziativa proposta ha lo scopo di portare le persone a vivere in modo lento questi territori, con l'intento di far conoscre e comprendere le ricchezze di queste aree (flora, fauna, geologia, acqua, cultura, storia ecc). Il gruppo di Agenda 2030 Caneva e il Cai di Sacile pensano questa iniziativa come uno dei tanti momenti di sensibilizzazione.Con questa iniziativa ci si prefigge di raggiungere più target definiti da Agenda 2030 e nello specifico: Goal 3 : Salute e benessere - Target 3.4 Ridurre....attraverso la prevenzione e la cura e promuovere la salute mentale e il benessere; Goal 11: Città e comunità sostenibile - Target 11.4 Rafforzare gli impegni per proteggere e salvaguardare il patrimonio culturale e naturale; Goal 15: Vita sulla terra - Target 15.1 garantire la conservazione...zone umide, montagne ecc.

Contatti

agenda2030caneva@gmail.com

Informazioni aggiuntive sull'evento

La pedemontana pordenonese da Caneva ad Aviano è caratterizzata dalla presenza dei comuni di Caneva, Polcenigo, Budoia, Aviano. Si tratta di piccoli comuni, posti ai piedi del massiccio calcareo del Cansiglio Cavallo, tutti accumunati da paesi con  una struttura urbana di piccoli borghi con un'architettura  dove prevalgono gli edifici in pietra. Gran parte del territorio è collinare o montagnoso e comprende la foresta del Cansiglio e il complesso del Monte Cavallo (2.200 m). Da un punto di vista geologico tutta l'area è calcarea con numerosi geositi di grotte carsiche. Di grande importanza sono le tre sorgenti del fiume Livenza, fiume carsico di notevole bellezza; le zone umide generate dal fiume sono oggi sito Unesco per gli aspetti archeologici legati alla presenza di palafitte di più di 5.000 fa. I territori sono accumunati di una importante ricchezza floricola, circa 1.500 specie botaniche, gli ambienti vegetali sono i più diversi e partono dalle zone umide di pianura, passano ai prati aridi collinari, alle faggete fino alle zone alpine dove si possono trovare piante endemiche .

Dove
Piazza San Marco, Caneva