Lo stile di vita mediterraneo per il raggiungimento degli Obiettivi dell'Agenda 2030 - Piazza della Sostenibilità

Centro di Eccellenza di Ateneo per la Sostenibilità, Università degli Studi di Bari Aldo Moro; Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (Rus); Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza Biologi (Enpab), Sezione Agroalimentare di Confindustria Bari-Bat, Associazione Ress – Ricerche Educative Studi Sociali; Istituto Europeo per la Dieta Mediterranea “Margaret&Ancel Keys (MeDì), Associazione Abap aps; Associazione Food for Martians

FestivalComuni Goal3 Goal2 Goal12
Quando

martedì 04 giugno 2019 h. 09:00-13:00

Descrizione

Il Centro per la Sostenibilità dell’Università degli Studi di Bari individua nell'educazione alla cultura alimentare sostenibile, nella ricerca scientifica, nella formazione e nella costruzione di reti partenariali ampie e comprensive, altrettanti strumenti di difesa di diritti primari dell'uomo, quali il diritto ad un'alimentazione adeguata e sufficiente per tutti, ad una vita sana e felice, ad un ambiente integro e salubre, al rispetto e al godimento dei beni comuni e delle specifiche identità culturali e della biodiversità dei territori, alla produzione secondo principi di sostenibilità, dignità ed equità per tutte le persone coinvolte.

Si tratta di conoscere, riconoscere e apprezzare gli antichi sapori della nostra tradizione agroalimentare, e cercare di salvaguardare i nostri variegati ecosistemi sparsi in tutto il mediterraneo. Il prodotto agroalimentare è legato a un luogo concreto, alle sue risorse ambientali, ai suoi processi storici, alle sue reti comunitarie e alla gente che lo abita. Mangiar sano è il modo più diretto e completo di rapportarsi al mondo circostante, di esprimere la nostra cultura attraverso la scelta dei cibi e le modalità del consumo.

Bisogna tener conto che lo stato di salute dell’uomo, il suo equilibrio ed il suo benessere psico-fisico, sono strettamente legati ai rapporti con l’ambiente in cui vive e alle interazioni con uomini, esseri viventi animali e vegetali, acque, odori e sapori: sarebbe come sradicare l’uomo dalla sua storia naturale, allontanare da lui quelle esperienze ataviche che lo hanno legato alla madre terra e che ne hanno plasmato gusti e scelte, comprese quelle alimentari.

Il carattere distintivo deve essere quello di un approccio sostenibile, olistico, sistemico e biocentrico al mangiar sano: nutriamo la segreta speranza che la modifica degli stili di vita e dei comportamenti individuali possano condurci sulla strada della consapevolezza per il miglioramento della qualità e sostenibilità della vita. Lo stile di vita mediterraneo (The Mediterranean way), rappresenta un valido strumento per il conseguimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.

Contatti

ceea@uniba.it

Dove
Palazzo Ateneo, Università degli Studi di Bari (Bari)